FAQ

Speriamo che queste FAQ riescano a rispondere alle vostre domande. Se non dovessero essere sufficienti, vi consigliamo di consultare il nostro glossario di termini antivirus creato appositamente.

1. Un antivirus non rallenterà il mio sistema?

I software richiedono una certa quantità di potenza di elaborazione per svolgere le proprie funzioni, quindi tutti i programmi antivirus consumeranno risorse RAM e CPU. La preoccupazione che gli antivirus possano rallentare in modo significativo il sistema derivano dall'idea che i computer moderni soffrono delgi stessi limiti dei modelli precedenti, che erano significativamente meno potenti. Nei nostri test, eseguiamo frequentemente benchmark su sovraccarichi di RAM e CPU, scoprendo quasi sempre che anche le scansioni più approfondite consumano importi trascurabili di entrambe le risorse. In realtà, dobbiamo ancora recensire una soluzione che provochi un impatto notevole sulle prestazioni.

2. Quali sono le minacce principali da cui mi dovrei proteggere?

Sfortunatamente, le minacce informatica moderne provengono sia dal mondo fisico che digitale. Infatti, pare che venga scoperto un nuovo vettore di attacco ogni anno. Tuttavia, è ancora possibile racchiudere tali minacce in categorie principali e vi consigliamo di selezionare una soluzione antivirus che offra la protezione contro il maggior numero possibile di queste.

Le minacce più significative che gli utenti devono affrontare al momento sono:

  • Virus macro: si tratta di virus comuni basati su file che infettano i file di dati. Praticamente tutti gli antivirus proteggono da questa tipologia. Se state ancora utilizzando l'e-mail desktop, dovreste sapere che gli allegati con virus sono un vettore di attacco importante. Sceglite un antivirus che includa la scansione degli allegati, come Norton.
  • Virus del settore di avvio: questi virus sofisticati infettano il firmware che gestisce la sequenza di avvio del computer, in genere MBR/BIOS o la più moderna infrastruttura UEFI/EFI.Cercate menzioni di "scansione dell’avvio" o "scansione MBR" nelle nostre recensioni per assicurarvi che il prodotto presenti questo componente molto importante.
  • Malware: questa è una vasta categoria di software dannoso scritto per infettare e danneggiare il sistema. I malware includono virus, trojan, worm, adware e spyware.
  • Ransomware: un tipo di malware avanzato che sta crescendo sempre di più, il ransomware obbliga gli utenti a pagare una somma di denaro per poter riottenere il controllo del proprio sistema operativo o dei file privati. Il pagamento al criminale informatico è in genere fatto con una criptovaluta irrintracciabile, come i Bitcoin.
  • Rootkit: un altro tipo di malware, i rootkit sono progettati per fornire un accesso continuativo con privilegi elevati al computer. Di solito sono anche in grado di nascondersi dagli strumenti comuni che elencano i programmi installati, quindi richiedono un programma apposito che li identifichi e li metta in quarantena.

Esistono anche keylogger attivabili a distanza, exploit di social engineering come attacchi man-in-the-middle e le semplici frodi di phishing, ma quelle sopraelencate sono le principali minacce agli utenti di oggi.

3. Un antivirus è sufficiente? Di quali altre protezioni potrei aver bisogno?

Risponderemo a questa domanda con un clamoroso "no". Dato l'elenco parziale delle minacce alla sicurezza informatica sopraelencato, è chiaro che gli utenti moderni necessitino di programmi di sicurezza informatica sofisticati, che offrano protezione su più livelli.

In particolare, consigliamo:

  • Un programma con un forte componente antivirus. Scegliete un programma che è stato testato e certificato da un laboratorio indipendente di test sui virus. Avendo esaminato anche molti provider meno noti, che offrono una protezione eccezionale, è difficile sbagliarsi con i nomi più famosi, come Norton e AVG, che in questi test ottengono spesso i punteggi più alti.
  • Un prodotto che includa funzionalità di sicurezza Internet. Questi solitamente includono strumenti come browser sicuri, che impediscono l'accesso a URL di phishing noti, VPN per crittografare il traffico durante la navigazione da punti di connessione non protetti e distruggi file che assicurano che le directory eliminate siano state realmente rimosse dal filesystem.
  • Alcuni strumenti di gestione firewall. Windows ha uno strumento integrato appositamente, ma è consigliabile qualche protezione aggiuntiva, come un filtro firewall bidirezionale.

Infatti, più livelli di protezione sono presenti nella vostra soluzione, meglio è. Vi consigliamo inoltre di scegliere una soluzione con un blocco per keylogger, un gestore di password, una protezione per webcam/microfono e filtri di controllo genitori.

4. C’è veramente differenza tra provider di antivirus? Gli antivirus non sono tutti praticamente la stessa cosa?

No. Ci sono differenze significative tra i vari nomi del mercato (motivo per cui al nostro team piace così tanto recensirli tutti!).

Per esempio:

  • Piattaforme supportate: Molti antivirus proteggono più dispositivi con ciascuna licenza. Se è il caso del vostro programma, vi consigliamo di assicurarvi che le piattaforme che utilizzate siano tutte supportate. Avete trovato un antivirus con un'ottima app per Android, ma offre anche un’applicazione per l’iPad di vostro figlio?
  • Caratteristiche: Alcuni prodotti offrono un ottimo scanner antivirus ma poco altro, mentre altri offrono svariate funzionalità, con una serie di strumenti di sicurezza Internet.
  • Mercato principali e casistica:alcuni prodotti sono rivolti specificamente al mercato aziendale e sono progettati per essere gestiti centralmente da un team IT. Altri sono progettati per famiglie e offrono offerte a prezzi competitivi per famiglie multi-dispositivi. Alcuni sono persino progettati specificamente per proteggere i dispositivi Internet of Things (IoT).

5. Posso usare più antivirus?

Anche se in alcuni casi si può installare un secondo antivirus da affiancare a uno esistente senza generare un errore di sistema, la maggior parte delle volte non è fattibile; un programma vi chiederà di disinstallare l'altro. L'esecuzione simultanea di due antivirus porta alla sovrapposizione di risorse di sistema, comportando che uno dei due programmi rischi di etichettare erroneamente il processo di scansione dell'altro, le aree di quarantena e altri componenti come minacce.

L'eccezione a questa regola si trova con due prodotti di sicurezza informatica che eseguono scansioni per tipi di minacce diversi (una per i virus, ad esempio, e l'altra solo per rootkit).

Questo è uno dei motivi per cui consigliamo di scegliere un unico prodotto che fornisce protezione contro il maggior numero di componenti possibile.

6. Ho appena installato Ubuntu, un tipo di Linux. Esistono antivirus per questo sistema operativo?

Benvenuto nell’eccitante mondo di Linux! Fortunatamente, sono finiti i giorni in cui per configurare una scansione con ClamAV era necessario smanettare con il terminale. Oggigiorno, gli utenti Linux possono scegliere il proprio antivirus tra una discreta selezione (sebbene ci sia da notare che la scelta è ancora molto più limitata rispetto a Windows e MacOS) e in generale Ubuntu è il sistema operativo Linux più ampiamente supportato sul mercato.

Vi consigliamo di consultare la nostra guida su sette antivirus Linux completamente gratuiti, con alcuni nomi importanti come Comodo e Sophos. Se vi piace la linea di comando, ClamAV è un buon strumento per cominciare, e molti strumenti domestici e aziendali supportano anche le varianti di Linux.

7. I virus sono ancora una minaccia vera e propria?

Sì. Anche se non è sbagliato affermare che i virus sono meno pericolosi di una volta, questo è dovuto alla sicurezza dei sistemi operativi e ai grandi progressi nelle capacità di rilevamento delle minacce degli antivirus.

In particolare, gli strumenti basati sull'apprendimento automatico, inclusi algoritmi di rilevamento euristico e comportamentale, hanno reso possibile per questi programmi di identificare e proteggere da minacce che non sono state ancora identificate formalmente (i cosiddetti attacchi "zero-day"). Inoltre, la sofisticazione e il numero di vettori di attacco rivolti verso gli utenti sono aumentati negli ultimi anni, includendo adesso anche virus firmware che colpiscono persino i sistemi più avanzati. Ad oggi, questi includono anche computer non operati da umani (come i dispositivi IoT) che potrebbero essere sfruttati come punti di accesso alle reti locali.

Per questo motivo, raccomandiamo che ogni computer, sia mobile o desktop, abbia una qualche forma di protezione.

8. Chi crea i virus?

I virus informatici possono essere il lavoro di molti individui, dai singoli hacker ai governi (il migliore esempio è il worm Stuxnet che ha preso di mira un impianto nucleare iraniano). Le motivazioni possono variare dal guadagno economico all'attivismo politico e qualsiasi altra cosa.

9. Posso rimanere senza un antivirus?

Nonostante quanto potreste aver sentito, tutti i principali sistemi operativi, inclusi Linux e Android (che è un fork Linux ottimizzato per dispositivi mobili), sono vulnerabili ai virus. E anche se Windows ha uno strumento integrato per effettuare scansioni di base e per gestire una firewall, gli utenti dovrebbero installare una soluzione dedicata.

La maggior parte degli antivirus sono programmi sfaccettati, che proteggono da una vasta gamma di minacce alla sicurezza informatica e sono dotati di automazioni integrate molto intelligenti (come l'attivazione di una VPN quando si accede a un sito di banking online) progettate per proteggere gli utenti. Alcuni browser offrono la protezione da phishing incorporata, ma nella maggior parte dei casi non sono paragonabili ai software offerti dai professionisti del settore.

Usate un antivirus: è un piccolo investimento per la vostra privacy e per la salute del vostro computer.

10. Devo trovare un antivirus per tutta la mia azienda di oltre 100 impiegati. Devo comprare una licenza per ognuno?

Gli antivirus aziendali sono progettati specificamente per gestire implementazioni su larga scala e in genere dispongono di funzioni di amministrazione, come ad esempio gestori di aggiornamenti basati su script e strumenti di fornitura di massa. Esistono molti software eccellenti che soddisfano specificamente questa esigenza.

Per ulteriori informazioni, non esitate a contattarci.